Qualità del pelo e colore del mantello

Qualità del pelo

Il mantello é ben folto, ed il pelo di copertura deve formare con il sottopelo un involucro protettivo perfettamente adattato alle brusche variazioni climatiche della regione di origine della razza. Il pelo deve essere ruvido al tatto, secco e opaco, né troppo lungo, né troppo corto (circa 6 cm), leggermente arruffato, senza mai essere né lanoso né ricciuto. Sulla testa é piú corto e quasi raso sulla faccia esterna delle orecchie il cui padiglione interno é protetto da un pelo moderatamente lungo. Le labbra superiori dovranno essere fornite di baffi ed il mento guarnito di una fitta barba che da al cane l’aspetto burbero caratteristico della razza. Le sopracciglia sono formate da peli rialzati che accentuano la forma delle arcate sopracigliari, senza peró mai coprire gli occhi. Il pelo é particolarmente duro e cricchiante al tatto sulla parte superiore del dorso. E’ leggermente piú corto sugli arti, sempre restando secco. Il pelo piatto é da evitare perché denuncia una mancanza di sottopelo. Il sottopelo é una borra formata da peli fini e serrati che spuntano sotto il pelo di copertura e formano con esso un mantello impermeabile.

Colore del mantello

il mantello del Bovaro delle Fiandre é generalmente grigio, bringé o carbonato. Il mantello nero zaino é ammesso, senza essere da preferire. I mantelli chiari, detti slavati, non sono ammessi. Una stella bianca al petto é tollerata.