REGIONE FACCIALE

Tartufo: il tartufo termina il muso con una linea leggermente convessa alla sua estremitá. Deve essere ben sviluppato, con bordi arrotondati e di colore sempre nero. Le narici devono essere ben aperte.
Muso: largo, potente, ossuto, con profilo superiore rettilineo, si assottiglia verso il tartufo senza peró mai essere appuntito. La sua lunghezza é piú corta di quella del cranio nella proporzione di 2 a 3. Il suo perimetro, preso appena di sotto agli occhi, sará sensibilmente uguale alla lunghezza della testa.
Labbra: ben serrate e molto pigmentate.
Mascelle/denti: le mascelle devono essere potenti e d’uguale lunghezza. I denti sono forti, sani, bianchi e regolarmente impiantati. Gli incisivi sono a forbice o a tenaglia. La dentatura deve essere completa.
Guance: piatte e secche, con apofisi zigomatiche poco rilevate.
Occhi: con espressione franca ed energica, né sporgenti né incassati nelle orbite. La loro forma deve essere leggermente ovale e il loro asse su una linea orizzontale. Il colore deve essere il piú scuro possibile in rapporto a quello del mantello. Gli occhi chiari, come quelli d’espressione stralunata devono essere fortemente penalizzati. Le palpebre devono essere di colore nero, senza tracce di depigmentazione. Le congiuntive non devono mai essere visibili.
Orecchie: tagliate a triangolo, portate ben dritte, attaccate alte e molto mobili; si raccomanda un taglio proporzionato alla testa. Orecchie non amputate.
Posizione: inserite alte, sopra il livello degli occhi, i padiglioni auricolari devono ricadere verticalmente. La piega di ricaduta non deve superare il piano superiore del cranio.
Forma e portamento: semilunghe, a forma di triangolo equilatero, leggermente arrotondate sulla punta, ricadenti piatte sulle guance, tranne che nel punto d’attacco dove sono leggermente scollate. Non devono avere pieghe né arricciamenti; proporzionate alla grandezza della testa e ricoperte di pelo raso.